Home

Il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale (DCCI) dell’Università di Pisa ospita il Corso di Dottorato in Scienze Chimiche e dei Materiali (DSCM).
Il DSCM si propone di formare giovani laureati nei settori più moderni ed avanzati della chimica e della scienza dei materiali. Oltre alle aree tradizionali, cioè la chimica analitica, la chimica fisica, la chimica inorganica, la chimica organica e la chimica industriale, sono coltivate ricerche interdisciplinari nel campo delle bioteconologie e dell’ingegneria dei materiali. A questo scopo si farà uso sia di un percorso didattico di eccellenza sia di un network di collaborazioni con i migliori gruppi di ricerca in Italia e all'estero sia nel mondo accademico che in quello industriale.
Il percorso didattico sarà basato sul raggiungimento di due obiettivi principali:
1) l’acquisizione da parte del dottorando di una conoscenza approfondita delle metodologie teoriche e sperimentali e delle tecniche computazionali e strumentali più avanzate per lo studio di sistemi molecolari e di nanomateriali;
2) lo sviluppo da parte del dottorando di una capacità a svolgere la propria ricerca in modo indipendente ma nello stesso tempo integrato in un network internazionale.
Per ottenere tali obiettivi il DSCM, della durata triennale, sarà strutturato in un primo anno in cui la didattica sarà principalmente focalizzata al raggiungimento dell’obiettivo 1) e nei successivi due anni in cui invece lo scopo sarà il raggiungimento dell’obiettivo 2).
Più nel dettaglio, nel primo anno i dottorandi dovranno seguire almeno due corsi (per totale di almeno 4CFU) organizzati per il DSCM e un altro corso (per un totale di altri 3CFU) che può essere mutuato dai corsi di Laurea Magistrale in Chimica e Ch. Industriale e/o affini (Biologia, Fisica, etc.). Alla fine di ogni corso i dottorandi dovranno superare una verifica orale sugli argomenti del corso.
In aggiunta ai corsi, i dottorandi dovranno seguire i seminari di ricerca organizzati all’interno del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale e da altri Dipartimenti affini su tematiche di interesse per il DSCM. Gli insegnamenti organizzati per il DSCM verranno svolti in lingua inglese dai migliori docenti italiani e stranieri invitati che operano nel settore delle Scienze Chimiche e dei Materiali.
A partire dal II anno, l’aspetto didattico si trasformerà dalla forma dell’acquisizione di conoscenze a quella di sviluppo di una propria indipendenza scientifica. Questo verrà ottenuto spingendo tutti i dottorandi a sfruttare la possibilità di svolgere una parte importante della propria ricerca in laboratori esterni al Dipartimento sia in forma di stage brevi che in quella di più lunghi periodi di soggiorno all’estero (da alcuni mesi ad un anno). Lo scopo principale di questi scambi sarà quello di compiere esperienze con metodi e strumentazioni non disponibili in sede e di rendersi maggiormente autonomi in un contesto nuovo.
I dottorandi riferiscono periodicamente al Consiglio del Dottorato sui progressi del proprio lavoro, e al termine dei tre anni presentano una tesi scritta. Questa viene preliminarmente esaminata da due revisori esterni e successivamente esposta in un seminario al Consiglio di Dottorato. Dopo l’approvazione formale da parte del Consiglio, la tesi viene giudicata da una Commissione, formata da membri tutti, tranne uno, esterni al DCCI.


The DOCTORAL SCHOOL IN CHEMISTRY AND MATERIALS SCIENCE (DSCM) is located at the Department of Chemistry and Industrial Chemistry (Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale - DCCI) of the University of Pisa.
The DSCM aims to prepare young master students in the most modern and innovative fields of Chemistry. Besides traditional subjects, as Analytical, Physical, Inorganic, Organic and Industrial Chemistry, interdisciplinary research projects on Biotechnologies and Materials Sciences are proposed. To this end, the students have access both to top-level education and to a network of collaborations within the academic and industrial worlds.
The two foremost teaching objectives are:
1) the PhD student will acquire a deep and robust knowledge of the theoretical and experimental methodologies and of computational and advanced instrumental techniques for the study of molecular systems and nanomaterials;
2) the development of the capacity to do research independently but at the same time in a team in an international network.
The DSCM program lasts three years. The first year is particularly focused on objective (1), whereas the next two years aim at objective (2). Accordingly, first year PhD students will attend at least two of the courses expressly organized by DSCM (4ECTS at least) and a course (3 ECTS) offered by the MSc in Chemistry, Industrial Chemistry o in other similar University Programs (e.g. Biology, Physics). At the end of each course, the PhD student will be examined (orally) on the topic of the course. Two more ECTS will be granted by attendance to scientific seminars and schools at DCCI or elsewhere on fields of interest for DSCM. All the courses offered by DSCM are in English and will be delivered by outstanding researchers, working in the field of Chemical and Materials Science.
Starting from the II year, the teaching aspect will change from knowledge acquisition to the development of scientific independence. To this end, whenever possible, each PhD student will be encouraged to perform part of the research in laboratories outside DCCI, either in the form of short stages or for longer periods abroad (op to one year). The main aim of these exchanges will be to experience different working environments and methods and instrumentations not available at DCCI and to stimulate the personal ability of an autonomous work in a new context.
The PhD student will regularly report to the Board of DSCM on the progresses of the project and, at the end of the third year, present a written PhD thesis. This is preliminarily reviewed by two external referees and, after their approval, it will be submitted to the Faculty Board. After a positive evaluation, the thesis undergoes public defence in front of a Board composed by both internal and external experts.