Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

SOCIAL DCCI

social media button generator

 

chichome

Login

Per accedere all'Area Risevata ( Verbali, mailing list ecc.) loggarsi con le proprie Credenziali di Ateneo

Lunedì, 11 Maggio 2020 10:10

La didattica DSCM non si ferma!

course dr zinnaIn queste settimane si sta svolgendo il corso online di “Spettroscopia di emissione” tenuto dal Dott. Francesco Zinna, giovane ricercatore del nostro Dipartimento, e rivolto agli studenti della Scuola di Dottorato in Scienze Chimiche e dei Materiali dell’Università di Pisa. Durante questo ciclo di lezioni svolte in modalità telematica gli studenti avranno l’opportunità di acquisire nuove conoscenze relative ai principi di fluorescenza, ad esempi di applicazione dei fenomeni di elettroluminescenza, chemiluminescenza, elettrochemiluminescenza e triboluminescenza, alle caratteristiche e peculiarità dell'emissione di lantanidi ed infine al fenomeno della luminescenza circolarmente polarizzata. Anche durante questa situazione di emergenza, le attività formative della Scuola di Dottorato non si fermano così come le attività di ricerca e formazione dei dottorandi DSCM.

COLLAGEdiFRANCESCO 700px

Si racconta che in punto di morte a Lev Landau, uno dei più geniali fisici russi di tutti i tempi, sia servito un ventilatore polmonare e che uno dei suoi colleghi abbia proposto di costruirlo seduta stante. Chissà se Cristian Galbiati o i suoi collaboratori del progetto Milano Ventilatore Meccanico (MVM, http://mvm.care/it) conoscono questa storia, o se abbiano avuto il tempo di pensarci durante le poche settimane che hanno impiegato per sviluppare un innovativo ventilatore polmonare per supportare i pazienti Covid-19 ricoverati nelle terapie intensive di tutto il mondo. Basato su una tecnologia di facile uso ma sicura ed efficiente, MVM ha un sistema di controllo avanzato che consente le diverse modalità di ventilazione con un costo complessivo dei componenti di poche centinaia di euro. Fondamentale è la semplicità del design, che include solo componenti di facile reperibilità sul mercato per poter permettere una produzione rapida e su vasta scala nei diversi Paesi.

Mercoledì, 06 Maggio 2020 08:30

Primi laureati telematici Al DCCI-UniPi

tesi online aprile

Sono stati ventitre in tutto gli studenti che frequentano i corsi di laurea presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa a laurearsi per via telematica nella sessione di laurea di aprile appena conclusa. Nel pieno dell’emergenza Covid-19, seguendo le direttive dell’Università di Pisa, si sono svolte telematicamente le discussioni delle tesi di laurea triennale di Chimica e Chimica per l’Industria e per l’Ambiente (Alessandro Corsi, Giulia Boccaccini, Filippo Malucchi, Alice Falaschi, Mirko Mancuso, Andrea Volpe, Luca Famlonga, Sara Stocchetti e Niccolò Pezzati) e di laurea magistrale in Chimica e in Chimica Industriale (Lorenzo Del Noce, Daniele Gori, Noemi Landi, Federica Pigliasco, Mariacristina Festa, Nicola Dragone, Giuseppe Pisano, Vittoria Coscia, Lorenzo Chiaverini, Clelia Isca, Valeria D'Ambrosio, Alessio Lenzi, Yingjiao Liu e Anthea Macrì). Lo svolgimento delle discussioni di laurea, avvenuto utilizzando la piattaforma telematica in aule virtuali create appositamente, ha permesso così di portare a termine il percorso di studi e di formazione dei nostri studenti, a cui vanno le nostre congratulazioni, in attesa di poter celebrare queste tesi di laurea, in un momento successivo, con una bella festa.

farmaci antiretrovirali 250L’UO Farmaceutica-Politiche del farmaco dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, diretta dalla Dott.ssa Ielizza Desideri, in collaborazione con la Prof.ssa Gloria Uccello Barretta e la Dott.ssa Federica Balzano del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa hanno sviluppato un protocollo di analisi di spettroscopia NMR al fine di valutare il miglior profilo di disponibilità di formulazioni galeniche liquide di farmaci antiretrovirali, impiegati nel trattamento dei pazienti in terapia intensiva positivi al Covid19. Tale attività rientra nella convenzione in essere e ha permesso di definire la migliore modalità di allestimento di una formula galenica liquida dei farmaci antiretrovirali a partire dalla forma solida commerciale con una disponibilità quasi paragonabile a quella della soluzione orale commerciale.