casotti cinmpisIl Dott. Gianluca Casotti, attualmente assegnista di ricerca presso i laboratori Molecolab/SoS&PePsy del nostro dipartimento DCCI, è stato premiato dal C.I.N.M.P.I.S., Consorzio Interuniversitario Nazionale di ricerca in Metodologie e Processi Innovativi di Sintesi, come miglior Tesi di dottorato 2022. Durante il suo lavoro di tesi, “New protocols for the chemo-, regio- and stereoselective formation of C – C bonds via organometallics also by using innovative synthetic techniques”, con relatrice Prof.ssa Anna Iuliano, ha avuto come scopo lo sviluppo di nuovi metodi organometallici per la formazione di legami C-C. In particolare, sono stati sviluppati metodi efficienti, selettivi mediante approcci sostenibili con potenzialità di impiego industriale.

Mercoledì, 13 Luglio 2022 11:47

Presentazione 38° ciclo dottorato DSCM

dscm presentazione 38cicloMartedì 19 luglio alle ore 17:00, il coordinatore e la vice-coordinatrice del dottorato in Scienze Chimiche e dei Materiali presenteranno il corso in vista dell'avvio del 38° ciclo.
MS Teams https://bit.ly/3aAOvNK

 

cristallografia premio nardelli

Il Dr. Marco Taddei, Ricercatore Senior del DCCI, si è aggiudicato negli ultimi giorni due importanti riconoscimenti rivolti a ricercatori italiani under 40: la Medaglia Nasini della Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana, e il Premio Nardelli (ex-aequo) dell'Associazione Italiana di Cristallografia. La prestigiosa Medaglia Nasini è assegnata al più meritevole giovane scienziato italiano che abbia dimostrato particolare abilità nell'ambito della Chimica Inorganica. Il Dott. Taddei vede così riconosciuta la propria attività di ricerca inerente la sintesi e lo studio delle proprietà di materiali (fosfonati metallici e metal-organic framework) per applicazioni volte alla cattura del diossido di carbonio. Il riconoscimento arriva all'Università di Pisa per la terza volta a partire dalla sua istituzione (1978). Il Premio Nardelli, invece, è assegnato a un giovane studioso che, con le proprie ricerche, abbia ottenuto risultati significativi sviluppando o utilizzando metodi cristallografici. Il Dr. Taddei ha ottenuto importanti risultati nell'ambito della caratterizzazione strutturale dei materiali sopra citati, utilizzando tecniche di diffrazione di raggi X su polveri. Il Premio arriva all'Università di Pisa per la prima volta dal 2006, anno della sua istituzione. I premi verranno consegnati a settembre, in occasione del Congresso Congiunto della Associazione Italiana di Cristallografia e della Società Italiana Luce di Sincrotrone (Nardelli), che si terrà a Trieste, e del Congresso Nazionale della Divisione di Chimica Inorganica (Nasini), che si terrà proprio a Pisa. In entrambi i casi, il Dr. Taddei sarà invitato a presentare i risultati che hanno portato all'aggiudicazione dei premi.

medaglia ciamician zinnaComplimenti al Dott. Francesco Zinna, ricercatore senior del DCCI, per aver conseguito la prestigiosa Medaglia Ciamician della Divisione di Chimica Organica della Società Chimica Italiana per l’anno 2022. L’ambito riconoscimento è assegnato a un giovane studioso che si sia distinto per ricerche di notevole originalità e interesse, anche applicativo, nel campo della Chimica Organica. A soli sei anni dal dottorato di ricerca e 9 anni dalla laurea magistrale, il Dott. Zinna ha conseguito risultati di grandissimo rilievo nel campo della stereochimica organica e degli studi sulla chiralità.


premio chimica biotecnologieCongratulazioni al Dott. Nicola Di Fidio, ricercatore junior presso il DCCI, per aver ricevuto il premio "Migliore presentazione orale" in occasione del workshop "I chimici per le biotecnologie" tenutosi lo scorso venerdì 1 luglio presso l'Università degli Studi di Parma e organizzato dal Gruppo Interdivisionale di Biotecnologie della Società Chimica Italiana.  Il contributo premiato, dal titolo "Green valorisation of defatted waste of Cynara cardunculus L. to single cell oil and high-quality lignin" ha avuto come oggetto l'ideazione e l'ottimizzazione di un nuovo processo integrato di bioraffineria per la valorizzazione di un scarto agro-industriale, rappresentato dal cardo deoleato, basato sulla sinergia tra approcci chimici e biotecnologici. Tale progetto è svolto in collaborazione tra il gruppo di Green Catalysis guidato dalla Prof.ssa Anna Maria Raspolli Galletti e il gruppo NanoLeaves Lab guidato dalla Prof.ssa Alessandra Operamolla.

Pagina 13 di 19