Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

SOCIAL DCCI

social media button generator

 

chichome

Login

Per accedere all'Area Risevata ( Verbali, mailing list ecc.) loggarsi con le proprie Credenziali di Ateneo

mascherine covid

La sperimentazione in corso presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa ha l'obiettivo di valutare l'efficacia di materiali filtranti comunemente utilizzati per la produzione dei modelli di mascherine attualmente distribuite per uso individuale. Il Prof. Alessio Ceccarini in collaborazione con Marco Martinelli hanno realizzato un sistema sperimentale ispirato alle norme già in uso ma orientato a valutare il materiale per la sua capacità di trattenere aerosol acquoso con particelle liquide di diametro inferiore a un micron. A questo proposito è stato realizzato un sistema sperimentale in grado di misurare la percentuale di particelle trattenute in funzione della classe dimensionale che mostra come l'aerosol acquoso di dimensione superiore a un micron venga facilmente trattenuto anche da sistemi filtranti non particolarmente sofisticati mentre la parte di aerosol più critica è quella inferiore a un micron, dimensioni compatibili con quelle del coronavirus.

hotmicIl 20 maggio 2020 avrà luogo il JPI Oceans Microplastic virtual kick-off meeting jpi-oceans.eu/microplastics-kickoff-meeting, che darà il via ai sei progetti europei finanziati dal programma JPI-Ocean Microplastic Call, tra cui il progetto “HOTMIC - Horizontal and vertical oceanic distribution, transport, and impact of microplastics” che vede la partecipazione del DCCI. Il gruppo di ricerca del dipartimento partecipante al progetto è costituito da Valter Castelvetro (coordinatore dell’unità), Francesca Modugno, Alessio Ceccarini, Andrea Corti, Mario Cifelli, Antonella Manariti. L'obiettivo di HOTMIC è mappare la distribuzione di microplastiche dalla costa Atlantica europea al vortice nord atlantico, al fine di studiare i processi che regolano il trasporto orizzontale e verticale delle microplastiche nell’ambiente oceanico. Verrà utilizzata una gamma diversificata di tecniche analitiche basate su spettroscopia non distruttiva (Raman, FT-IR, microscopia) e tecniche distruttive (idrolisi, HPLC, Py-GC/MS, EGA/MS) per caratterizzare le microplastiche nei campioni ambientali.

poma vivaldi dcciCongratulazioni ai dottorandi del nostro dipartimento Noemi Poma e Federico Vivaldi per la pubblicazione di un contributo scientifico dal titolo "Remote monitoring of seawater temperature and pH by low cost sensors ". Il monitoraggio delle proprietà chimico-fisiche dell'acqua di mare è importante al fine di valutare lo stato dell'ambiente marino e prevederne i futuri cambiamenti. Il pH e la temperatura sono spesso misurati poiché influenzano direttamente i sistemi chimici e biologici. In questo lavoro, Noemi e Federico hanno descritto lo sviluppo e la validazione di un sistema autonomo per il monitoraggio in remoto del pH e della temperatura dell'acqua di mare. Il dispositivo è costituito da un sensore di pH a base di grafene, un termistore, un lettore elettronico, uno smartphone e un'unità energetica. Il dispositivo è stato testato nel porto di Livorno per più di una settimana e i dati forniti insieme all’accuratezza ad essi associata sono stati validati mediante il confronto con un sistema di riferimento. Il loro lavoro è disponibile al seguente link: doi.org/10.1016/j.microc.2019.05.001

Lunedì, 18 Maggio 2020 13:16

Uscito il bando "CIAK, (re)AZIONE!"

ll Consiglio Direttivo del Gruppo Interdivisionale “Diffusione della Cultura Chimica” della Società Chimica Italiana, con il supporto dell’associazione Beauty of Science e della Divisione di Didattica della Chimica, bandisce il Premio CIAK, (re)AZIONE!, rivolto ai ragazzi che non abbiano compiuto 30 anni, alla data di scadenza del bando. Il bando prevede la presentazione di un video della durata massima di 5 minuti che abbia come oggetto la realizzazione di esperimenti di chimica svolti in casa durante il periodo di isolamento a causa della pandemia di Covid-19. La competizione prevede due categorie: “CIAK, (re)AZIONE! – junior” e “CIAK, (re)AZIONE!”, tutte le informazioni su come candidarsi cliccando qui.
Avete tempo fino al 15 giugno per stupirci e stupire con la bellezza della chimica!